FIORELLA BIANCHI

P I T T R I C E
  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon

Cell: 334-8071377

FIORELLA BIANCHI è nata ad Ancona dove vive e lavora. Pur dedicandosi al disegno e alla grafica in generale, predilige l'olio. Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private.


La pittura di Fiorella Bianchi è costruita sul racconto naturalistico. La sua opera è una sequenza variegata di paesaggi, tipici della terra marchigiana, con in primo piano folte boscaglie, cespugli lussureggianti, ciuffi di ginestre, umili erbe di campagna, angoli di giardino dove par di sentire tutto il profumo della primavera. Ed ancora marine tremolanti di luci, rosmarini rugiadosi e tanti fiori incastonati nel flusso di un ventaglio cromatico (dai cerulei ai verdi, dai gialli ai bruni, dai bianchi alle ocre, ai blu carichi di mistero) che si armonizza con il variare atmosferico della natura e con gli umori emozionali del momento. Le immagini appaiono nella loro realtà come trasfigurata da una luminescente magia di colori. Gli stessi impasti cromatici, portati a spatola o con l'impronta prensile delle dita, confermano una brulicante animazione di sensazioni profonde e sublimano il senso vitale della realtà naturale e umana.

 

Il suo linguaggio espressivo, sospeso fra logica e fantasia, pur conservando in ogni composizione il tono prettamente lirico e sentimentale, si produce anche in arditi passaggi di viva stupefazione: dalle pacate, quasi elegiache visioni naturalistiche passa alle esplosioni irrefrenabili che si proiettano sulla tela con una carica prorompente di calore umano. Colori vivi e fiammeggianti, con quel rosso che sprizza amore, immagini che riesumano la linea pittorica degli espressionisti e il linguaggio vorticoso dei fauves.

 

Anche nella figura umana l'artista anconetana opera una sua precisa ricerca con risvolti psicologici che esaltano l'insieme pittorico. Sono per lo più immagini tracciate e non definite, immerse in una atmosfera di trepidante attesa. Figure femminili dai visi esangui, dagli occhi velati, immagini immobili, quasi fisse nel phatos di misteri profondi.

© 2013 Fiorella Bianchi. Tutti i diritti riservati